Vivere in Costarica: costo della vita e documenti necessari per trasferirsi nel paradiso tropicale

Diversi italiani ogni anno manifestano il desiderio di vivere in Costarica, da qui l’alto numero di ricerche su Internet per trovare guide su come trasferirsi e trovare lavoro in quello che è già stato ribattezzato come paradiso tropicale. Costarica è una nazione centroamericana. Una delle sue fortune è dettata dalla particolare posizione geografica. Infatti, la costa est del Paese si affaccia sul mar dei Caraibi, mentre il lato opposto sull’Oceano Pacifico. Ha per capitale San Josè. Viene chiamata paradiso tropicale per la bellezza delle sue spiagge e per essere un territorio che ospita un innumerevole quantità di animali selvatici all’interno della sua giungla, che arriva a ricoprire fino a un quarto dell’intera superficie della nazione.

Le principali informazioni per vivere in Costarica

Prima di andare a vivere in Costarica è necessario conoscere alcune informazioni importanti sul Paese, come ad esempio il costo della vita, i documenti necessari per trasferirsi, la lingua parlata e il luogo migliore dove stabilire la propria residenza futura. Anno dopo anno sono sempre più numerose le persone che scelgono di trasferirsi in Costarica, noto anche per essere la nazione più felice al mondo. Soltanto una leggenda metropolitana? Non esattamente. A contribuire al mito della Costarica c’è il costo della vita economico, la presenza di una natura incontaminata e un ritmo di vita lontano anni luce dalla frenesia che contraddistingue la cultura occidentale. A seguire alcune informazioni più dettagliate utili prima da conoscere prima di andare a vivere in Costarica.

Costa Rica: costo della vita

Il costo della vita in Costa Rica è molto economico. Una persona che decide di trasferirsi in Costa Rica oggi può vivere un’esistenza tranquilla e priva di preoccupazioni dal punto di vista economico con un reddito annuale pari a 15 mila euro, uno stipendio che corrisponde a poco più di 1.000 euro in Italia. Volendo, si può guadagnare anche qualcosa meno per vivere in Costarica ben oltre gli standard offerti in Italia con il medesimo stipendio. Se si sceglie di acquistare casa, il consiglio è di valutare una casa nelle immediate vicinanze della capitale San Josè, che sia poco frequentata dai turisti, così da compiere un investimento di assoluto valore e trasformare la permanenza nel Paese tropicale dell’America Centrale in qualcosa di più che una semplice avventura.

Documenti necessari per trasferirsi in Costarica

I documenti necessari per trasferirsi in Costarica dall’Italia sono il passaporto e il visto. Il primo deve avere una validità di almeno sei mesi, dunque se sta per scadere il consiglio è di prenotare online l’appuntamento presso la più vicina questura alla propria residenza e procedere con la pratica del rinnovo. Per quanto riguarda invece il visto, è fondamentale se si intende prolungare il proprio soggiorno oltre i canonici 90 giorni. Lo si può richiedere presso l’ufficio immigrazione del Paese, andando sul sito ufficiale migracion.go.cr. Il sito è scritto in lingua spagnola ma è possibile modificare la lingua e scegliere quella inglese se lo si preferisce. Sul sito sono presenti anche i principali contatti (telefono o email) per contattare l’ufficio immigrazione del Costarica. Un ultimo suggerimento prima di partire: se si intende lavorare nel Paese costaricense bisogna prima ottenere la residenza, che può essere garantita sia ai pensionati che ai rentisti (avendo nel proprio conto corrente un deposito minimo pari a 45 mila euro). Lavorare in Costarica non è semplice, per questo l’ideale sarebbe trasferirsi come pensionati o rentisti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *