Paraspiffero porta: un fantastico accessorio per un perfetto isolamento

Il paraspiffero della porta non è un oggetto di solo design che accompagna molti modelli di porte. Si tratta infatti di un prodotto di grandissima utilità che andrebbe applicato sempre al fine di rendere perfetto l’isolamento termico, evitando appunto gli spifferi che sempre passano (anche con porte blindate).

Il paraspiffero non è sempre uguale, per questo è importante valutare quale modello si adatti meglio alle proprie esigenze e al proprio modello di porta. Sono comunque delle soglie universali antivento, un piccolo elemento che può realmente fare la differenza nell’ambiente domestico. Anche il montaggio è sostanziale perché deve essere posto al giusto livello in modo da non procurare alcun attrito con il pavimento, pur occludendo in modo corretto il passaggio d’aria. Il sistema è comunque anche molto utile per isolare l’ingresso dalla polvere e da eventuali ospiti indesiderati.

Come selezionare il migliore paraspiffero

Il paraspiffero da porta può avere diverse dimensioni, materiali, costi. Ovviamente dipende dove deve essere installato e che tipo di sistema si vuole scegliere. Uno degli esempi più classici e semplici di paraspiffero è quello in silicone, questo è comodo, poco costoso e ha una parte sul retro di gomma che ne permette la facile applicazione alla porta. Questa tipologia è molto utile contro gli spifferi ma anche per la polvere, ha un ottimo rapporto qualità-prezzo e si adatta perfettamente a quasi tutti i tipi di porta.

Un tipo diverso di paraspiffero da porta è quello realizzato in pvc, questa tipologia è ideale per chi ha pavimenti in parquet e marmo. Si monta semplicemente ad incastro sotto la porta, tuttavia non va bene per tutte le tipologie e quindi bisogna verificare sempre. Un paraspifferi molto famoso è quello con la spazzola in basso. Viene realizzato in alluminio ma anche in altri materiali e colori. Si adatta a tutti i tipi di porte e viene solitamente impiegato per le porte di ingresso come quelle blindate che quindi collegato all’esterno. Si tratta di un prodotto di alta qualità che oltre a prevenire gli spifferi, blocca molto bene insetti e polvere.

Tra i paraspifferi più utilizzati vi sono quelli sottoporta destinati soprattutto a coloro che hanno in casa una porta blindata. Il meccanismo permette un ottimo posizionamento ed ha una guarnizione che regala un perfetto isolamento. Diverso è invece il paraspifferi a due cilindri che viene installato in base alla misura della porta e quindi deve essere valutato caso per caso. Questa tipologia non è adatta ad esempio alle porte troppo spesse.

Una delle caratteristiche forse più utili da poter valutare nell’acquisto è la presenza di una spazzola, questa permette di evitare il contatto diretto con le superfici (prevenendo il rischio di graffi) e consente un buon allontanamento di polvere ed insetti. Tuttavia le spazzole non hanno la stessa chiusura termica degli altri materiali e le setole potrebbero deformarsi nel tempo.

Installazione fissa o autoadesiva

In commercio vi sono diversi tipi di prodotti con altrettante differenze per quanto riguarda la guarnizione. Solitamente i prodotti con fissaggio autoadesivo sono quelli più economici. I sistemi a lungo termine prevedono un fissaggio ad incastro o vengono realizzati su misura e sono quindi completamente diversi. Anche qui, oltre ad intervenire il fattore costo, dipende tutto dalle proprie necessità. Chi non ne ha mai utilizzato uno potrebbe iniziare con il valutare un paraspiffero ad installazione autoadesiva, semplice da acquistare e veloce da montare autonomamente, per poi passare nell’eventualità ad un modello più completo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *