Come scegliere il prestito personale più adatto a te

Come scegliere il prestito personale più adatto a te

I prestiti personali sono uno strumento molto in voga nel panorama italiano. Insieme ai mutui rappresentano la maggior parte delle richieste in banca degli italiani. Un po’ per le difficoltà economiche dovute al diffondersi della pandemia di covid-19, ma soprattutto per il desiderio degli italiani di tornare a progettare, il 2021 è stato un anno di crescita da doppia cifra per i prestiti personali in Italia. Infatti, il popolo del bel paese ama questo prodotto bancario, sia per la sua flessibilità che per la maggiore semplicità nell’ottenerlo. 

Il prestito personale non va però confuso con i finanziamenti finalizzati, due strumenti che sembrano simili ma che in realtà sono molto diversi.

Cosa cambia tra prestiti personali e finanziamenti finalizzati?

Innanzitutto tra i due strumenti c’è una differenza sostanziale di obiettivi, il prestito finalizzato, come dice il nome, viene concesso con il fine di acquistare un bene o servizio; mentre il finanziamento personale, una volta concesso, può essere utilizzato senza nessuna giustificazione di spesa. 

Oltre alla differenza di fine, le due tipologie di prestito si distinguono anche nella forma. Il finanziamento finalizzato, essendo destinato all’acquisto di un prodotto specifico (tipo un veicolo o un elettrodomestico), si basa sulla volontà del compratore di dilazionare l’ammontare per l’acquisto di un determinato bene o servizio, e viene richiesto direttamente dal venditore all’ente creditizio, con la quale ha stipulato un precedente convenzione, il quale concede poi il finanziamento al compratore. Solitamente per ottenere un finanziamento finalizzato non sono necessarie garanzie ipotecarie, ma può essere richiesta la garanzia personale di un terzo soggetto.

Il prestito personale, invece, viene richiesto direttamente in banca, la quale valuta se il richiedente possiede l’affidabilità creditizia necessaria ed, in caso affermativo, eroga il prestito sotto forma di assegno circolare o con bonifico diretto sul conto del richiedente. Questo potrà spendere l’ammontare ricevuto come crede per soddisfare le proprie esigenze personali. 

Chi può richiedere il prestito personale e caratteristiche principali

La platea di richiedente è davvero molto ampia, ed è proprio per questo motivo che si tratta di uno strumento molto utilizzato. Praticamente tutti possono richiederlo, purché sia fornita una garanzia circa la capacità di rimborsare il prestito con tutti gli interessi applicati. Queste le categorie principali che possono richiedere un prestito personale:

  • lavoratori autonomi;
  • dipendenti;
  • pensionati;
  • disoccupati con la firma di un garante;

Un prestito personale è un finanziamento a tasso fisso rimborsabile a rate mensili. Il piano di ammortamento viene definito alla stipula del contratto. Il richiedente una volta ottenuto il prestito dovrà restituire il capitale e gli interessi, comprese spese accessorie ed oneri fiscali, a rare ed un periodo temporale prestabilito.

Cinque regole per scegliere il prestito personale migliore

Per scegliere il prestito personale più adatto alle tue esigenze sarebbe opportuno seguire cinque regole basilari:

Scegli il Tan più conveniente e abbassa la rata

Il Tan è il tasso di interesse annuale che le banche utilizzano per calcolare l’importo della rata mensile. Un TAN più basso vuol dire anche una rata più bassa.

Non sottovalutare le spese accessorie

Le finanziarie includono nel costo del finanziamento le spese accessorie. Per capire quale sia il prestito con le spese accessorie più basse puoi utilizzare il TAEG, tasso annuale effettivo globale, che include il valore del TAN più  le spese accessorie.

Non sei sempre obbligato a sottoscrivere una polizza assicurativa

Le finanziarie propongono la stipula di una copertura assicurativa sul finanziamento, che a volte può essere obbligatoria, altre volte è facoltativa. Questa incide sull’ammontare della rata. Valuta la tua situazione personale per capire se una copertura assicurativa può esserti utili come salvagente o se non ne hai bisogno.

Trova un garante

Le banche sono molto attente ad evitare le insolvenze da parte del creditore. Avere un garante può aiutarti ad ottenere un prestito facilmente.

Dilaziona il prestito in più tempo ed abbassa la rata

Se distribuisci la durata del prestito in più anni, oltre a pagare una rata più bassa, avrai maggiori possibilità di ottenere il prestito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *